Stabilimento Sommariva del Bosco

Didascalia
Didascalia

Con sede a Sommariva del Bosco, in Piemonte, Nuova MG nasce nel 1995, dietro la scìa dell'Officina Meccanica MG, fondata nel 1969 da Claudio Margarìa, con lo scopo di costruire e commercializzare cilindri oleodinamici. Quello dei cilindri oleodinamici, noti anche come martinetti idraulici, è il settore fondamentale in cui Nuova MG opera oggi e nel quale vanta un'esperienza specifica, che permette all'azienda, guidata dalla famiglia Margarìa, di offrire un catalogo componentistico precostituito, accanto a progetti nuovi, che vanno a ricoprire una gamma di componenti di varia taglia.

Se i componenti a catalogo consolidano l'attività svolta nel corso degli anni, i progetti speciali sono il frutto di commesse derivanti da clienti che operano in vari settori della meccanica applicata, come quello delle macchine industriali, degli autocarri e di altri mezzi di trasporto. 
La specializzazione nel settore dei cilindri oleodinamici ci caratterizza da sempre, su un mercato prevalentemente italiano e costituito da una clientela che richiede una progettazione attenta alla qualità dei componenti e rigorosamente rispettosa di precisi obiettivi funzionali.

Con circa sessanta persone che operano presso l'azienda, ogni anno escono dalla stabilimento di Nuova MG circa 20000 cilindri oleodinamici. Ciò che immediatamente stupisce all'interno dello stabilimento è il livello di automazione, che traspare della presenza di un ampio parco di macchine utensili e centri di lavoro, alcuni dei quali personalizzati per l'esecuzione di un intero ciclo produttivo, dal materiale grezzo al componente finito.

Presidiati da personale specializzato, sono circa una trentina i centri di lavoro a controllo numerico che operano nello stabilimento, dalla tornitura alla fresatura a 5 assi, ma non mancano isole robotizzate per la saldatura. Se a queste ultime celle, cui è particolarmente riconducibile la storia tecnologica di Nuova MG, vengono affidati obiettivi di qualità nel ciclo di saldatura, di velocità operativa e di alti volumi produttivi, è alla completa squadra di macchine utensili messe in campo che viene affidato un ruolo centrale nella produzione dei cilindri. Alle macchine a 5 assi in continuo, in particolare, vengono affidati compiti specifici legati alla commessa di componenti particolari, che spesso esigono lavorazioni complesse e non convenzionali.